a15131 STORIE di AGAZIA SCOLASTICO

Nell'ambito dell'apprezzata iniziativa "Il socio si racconta" promossa dal Presidente, dr. Giovanni Selmin, giovedì 14 gennaio u.s. si è tenuta una simpatica serata. Era il turno del socio Roberto Masciotti.

 

Curiosità innegabile da parte di tutti i numerosi presenti per l'argomento del libro presentato dall’Ing. Roberto Masciotti dal titolo: "Storie di Agazia Scolastico. Guerrre e avversità al tempo di Giustiniano". 

 

Nel presentare il libro, Agazia è stato descritto come un ottimo giornalista che ha mescolato verità su esperienze vissute, e immaginazione su avvenimenti raccontati da suoi informatori. Alcuni storici attuali talvolta hanno definito non affidabili le sue affermazioni, ma a noi semplici lettori poco importa. Le Storie di Agazia Scolastico rappresentano una lettura piacevole, che affronta la fine della guerra gotica in Italia durante il regno di Giustiniano e l'inizio della guerra fra Persiani e Bizantini a metà del VI secolo. 

 

Sincera ammirazione è stata espressa per l'impegno riconosciuto all'Ing. Masciotti di aver tradotto dal francese in italiano un testo di storia bizantina. Il suo sforzo ha colmato un vuoto storico e culturale nel nostro Paese. Ne è nato un libro, il primo di una collana di scritti storici, che l'Autore vorrebbe destinato a sé stesso e a pochi amici. Al contrario, il volume è già stato molto apprezzato anche dalla prof. Anna Meschini Pontani dell'Università di Padova – Cattedra di filologia greca - che utilizzerà il testo a beneficio degli allievi. 

 

Felice integrazione ai testi tradotti, sono le illustrazioni. Il merito è del dr. Alessandro Moro, rotariano, un valente oculista (che ama principalmente essere definito pittore), legato all'Ing. Masciotti, oltre che da amicizia, dalla grande passione per la storia. Dai suoi bellissimi dipinti, davvero singolari, si può cogliere una profonda e meticolosa ricerca sia dei soggetti illustrati, che dei colori, delle tecniche e della prospettiva. 

 

A presentare l'opera di una così rara iniziativa era presente una figura altrettanto singolare, se si pensa alle professioni da cui provengono i due insospettabili Autori: un amico zoologo. Il prof. Mario Spagnesi, incuriosito dal soggetto del libro, dopo essere stato nominato dall'amico Masciotti "correttore di bozze", ha letto, riletto e corretto più volte il testo, fino alla stesura finale. Dopo aver illustrato la figura di Agazia e l'importanza della traduzione ha concluso condividendo quanto scritto da Roberto Masciotti in una pagina iniziale del volume: "Il passato è la via che porta alla conoscenza del presente ed aiuta a progettare il futuro. Questa piccola opera è una pietra di quella via". 

 

La serata ha riscosso piena soddisfazione tra i convenuti, che hanno poi potuto apprezzare un ottimo risotto e un buon bicchier di vino. 

 

 

Testo : L. Spagnesi

Foto: G.Callegari