a18001 LETTERA BISELLO

 

Cari soci,


fare progetti all’inizio di una nuova annata rotariana è sempre impegnativo e il risultato mai certo. In tutti noi è presente la voglia di fare bene per il nostro Club, il desiderio di mettersi in cammino per nuove strade e quindi altri impegni vanno necessariamente presi.
Sono passati trentaquattro anni dalla nostra costituzione e il Club ha ancora la fortuna di contare tra le sue file dei soci fondatori motivati negli ideali del servizio che tuttora sostengono e promuovono iniziative importanti e a loro va la mia personale riconoscenza e quella del Direttivo.
Guardando ai prossimi mesi è necessario che tutti i soci si mettano in gioco personalmente con il proprio bagaglio di esperienze. La frase che meglio esprime il nostro obbiettivo condiviso con tutti i dirigenti e i soci delle commissioni è: “Voglio impegnarmi per il mio Club”. In questa frase è racchiuso il senso del nostro stare insieme, l’orgoglio di appartenenza, il dovere di agire per fare il bene, ma ciò richiede un vero contributo.
Apparteniamo alla più importante organizzazione mondiale di servizio, fondata da Paul Harris nel 1905, che oggi è una realtà condivisa da oltre 1.200.000,00 persone. Solo nel nostro Distretto 2060 vi sono 89 club e 4.500 soci con un solo obbiettivo: migliorare il mondo e le nostre comunità mettendo al centro l’uomo e le future generazioni. Per essere di ispirazione agli altri dobbiamo alzare lo sguardo, andare oltre il nostro piccolo cortile e riscoprire, trovare lo spirito dei fondatori, dobbiamo essere innamorati del nostro servizio che è declinato in mille modi come solo noi sappiamo e possiamo fare.
Un Club giovane nello spirito, solidale, innamorato del servizio civile alla comunità ci riempirà di gioia e forse renderà il mondo migliore. Una esperienza che mi ha fatto riflettere e commosso è successa qualche giorno fa. Uno dei soci mi ha abbracciato per una mia piccola attenzione rivolta verso gli altri. In questo abbraccio ho capito quanto sia importante il ruolo di ciascuno di noi. La sua riconoscenza mi è scesa nel cuore ed ho capito di essere necessario, come lo siamo tutti noi. Abbiamo una grande responsabilità, stare insieme a volte non è facile, siamo diversi, abbiamo caratteri e storie differenti, ma se siamo insieme è per fare la differenza ed essere di ispirazione agli altri.
La diversità dei soci è una risorsa preziosa, dobbiamo coltivarla e mettere da parte le nostre riserve, ab- biamo un obiettivo comune: aiutare gli altri!
Con il Direttivo di quest’annata rotariana abbiamo elaborato un piano strategico con i seguenti punti principali:
1. sviluppare l’impegno personale dei soci all’interno ed all’esterno del Club;
2. promuovere i rapporti con le nuove generazioni attraverso service (come lo scambio giovani, Ryla, borse di studio e Mimprendo);
3. aggiornare la comunicazione per i soci e verso l’esterno rinnovandone i contenuti;
4. costituire un Rotaract;
5. coltivare i rapporti con gli altri Club del Distretto ed Internazionali.
Nella speranza di essere tutti insieme protagonisti, Vi auguro di cuore un buon anno rotariano 2018-2019. Dunque, mettiamoci al lavoro e grazie in anticipo per la collaborazione!!!

Alberto BISELLO