a18042 il ROTARY la CULTURA e lo SVILUPPO

 

Il Convegno del Distretto 2060 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Padova, con le massime cariche istituzionali del Parlamento, del Governo, della Regione, dell’Unesco, dell’Università e di esperti.

“Il patrimonio culturale è un Bene comune di eccezionale valore, come l’aria o l’acqua, rappresenta il nostro DNA, un heritage che abbiamo ricevuto e che abbiamo il dovere di conservare e trasmettere alle generazioni future.”

Così il Governatore Riccardo De Paola definisce il nostro patrimonio culturale.

Ne ha ben ragione, in particolare per la ricchezza di beni culturali, storici, artistici e architettonici presenti nelle tre regioni del nostro Distretto.

Nel corso degli anni i Rotary Club hanno realizzato innumerevoli service per valorizzare questo patrimonio, dando un contributo importante alla loro salvaguardia e fruizione.

Interventi hanno riguardato il restauro di opere, affreschi e basiliche, la rivalutazione del territorio attraverso la conoscenza della sua storia, dalla tracciabilità delle opere d’arte e dei monumenti, all’accessibilità ai musei per i non vedenti.

Queste iniziative hanno richiesto un grande impegno dei Club Rotary, in termini di risorse umane e finanziarie.

Il distretto le ha sostenute, affiancando i club e i soci che vi hanno dedicato il loro tempo, la loro passione per l’arte e la cultura e hanno reso possibili questi interventi.

Lo scopo del convegno, dell’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018,è di valorizzare questo lavoro e lanciare una proposta al Rotary International, in vista del Congresso di Amburgo del 2019, affinché si crei una settima area d’intervento della Rotary Foundation: la tutela del patrimonio culturale, storico e artistico.