a10192 LA BIRRA

LA BIRRA

Rolando BOSSI—Direttore Radeberger Italia

 

A tutta birra. Con un menù particolare, birre eccellenti. Un percorso attraverso una delle bevande più vecchie del mondo accompagnate da un esperto come Rolando Bossi, direttore della Radeberger Italia, un colosso nell'importazione della birra.

Un viaggio insolito alla scoperta di sapori abbinati a quello che per anni è stato considerato in tutte le latitudini un "pane bianco", alimento "liquido" per eccellenza, ma nutriente e gradevole.

E di quanto possa anche essere versatile, lo ha dimostrato la serata alla Bulesca dove gli chef hanno legato fritti, terrina di anatra ai mirtilli, magatello di vitello al limone, formaggi e persino un delicato zabaione alla birra, con bottiglie provenienti dalla Spagna o dalla Germania, tutte di altissima qualità.

Non sono mancate le chicche: dalla Estrella Damm Daura, birra gradevolissima che può essere assunta anche da celiaci perchè priva di glutine, alla fresca e spumeggiante Schofferhofer Grapefruit, birra al pompelmo che si sposa magnificamente con i dolci e rappresenta una sfiziosa novità per il fine pasto.

Ma di birra si è parlato anche scientificamente: come nasce e viene prodotta, quali sono gli accorgimenti per versarla nel corretto modo e per leggere l'etichetta. La birra di alta qualità è una birra tutta naturale: solo acqua, malto e luppolo, secondo l’editto della genuinità tedesco del 1516.

Da qui nascono i progetti di produzione di birra cruda, non pastorizzata, con le più ampie possibilità di mantenere la qualità nel tempo. La pastorizzazione ovvero il trattamento termico del prodotto confezionato è sempre stato l’unico mezzo che consentiva la vendita transnazionale. Aver eliminato tale processo permette di preservare le fragranze originarie.

 

Come è stato un successo riuscire a produrre una birra senza glutine, partendo da materia prima, l'orzo, che contiene questo elemento. La Radeberger ha un carnet di birre eccellenti

che in parte sono state gustate nel corso della serata:

 

DAB : la birra cruda, non pastorizzata.

Radeberger : la prima pils prodotta in Germania

Schoefferhofer : lo champagne delle weizen

Schoefferhofer Grapefruit : primo ed unico mix di pompelmo e weizen

Norbertus Kardinal : una doppio malto molto rossa

Norbertus Heller bock : una doppio malto molto bionda

Voll-Damm : dalla Spagna, una doppio malto dal sapore intenso

Estrella Damm Daura : una birra bionda adatta a chi è intollerante al glutine

Clausthaler : la prima analcolica dell’era moderna

 

Bossi ha anche spiegato come nasce questo prodotto: dall'acqua che viene utilizzata selezionandola, all'orzo che viene maltato, all' ammostatura in cui il malto si trasforma in mosto, all'aggiunta di luppolo che conferisce alla birra l'inconfondibile gusto, alla fermentazione.

E per finire un piccolo trucco: prima di assaporare la birra, lavare bene il bicchiere per togliere tutti i residui e versatela lentamente. Senza azzerare il cappello di schiuma!

Alle signore è stato dato in omaggio un ricettario di alta cucina di Igles Corelli, ricette esclusive per le 9 birre. dove questo nettare dimostra di essere duttile anche in cucina e non solo a tavola.

 

 

Testo: Daniela Boresi