a14032 ITINERARIO di PADOVA ROMANA

 

Giovedì 25 Settembre 2014 

PADOVA: dai primi insediamenti a Municipium Romano 

 

Elda ci spiega che in epoca preromana e romana questa parte della città era considerata area esterna del centro abitato, dove gli antichi pattavi durante l’età augustea costruirono il teatro, oggi sotto l’isola Memmia. 

Inoltre da Prato della Valle faceva il suo ingresso nella città la via Annia, costruita nel 131 a.C. dal pretore romano Tito Annio Rufo. 

 

Sorpresi noi stessi di essere così numerosi e disposti come nel quadro “Il quarto stato”, ci muoviamo verso via Umberto I, parte del tracciato dell’antica via Annia la quale, all’interno della città, fiancheggiava il Medoacus interrato alla fine degli anni ’50 del secolo scorso oggi noto come Riviera dei Ponti Romani.  A proposito di Ponti Romani, l’unico rimasto in piedi e visibile, è il ponte S. Lorenzo costruito nel 40 a.C. con struttura a tre arcate.  Il Prefetto, come per la visita al Ponte San Lorenzo, si fa trovare sul posto per consentirci la visita del “sotto” ma proprio sotto il Salone.  

Qui, è conservata una piccola porzione di mosaico che decorava uno degli ambienti di una domus, di età imperiale. Il pavimento è realizzato in tecnica mista: tessellato e opus sectile

 

La “passeggiata archeologica” si conclude ai Giardini dell’Arena, dove l’Imperatore Augusto aveva ordinato la costruzione dell’anfiteatro: una grande struttura di spettacoli (giochi di gladiatori).  Della costruzione antica oggi vediamo solo uno dei tre anelli dove il pubblico si accomodava assistendo ai giochi.

 

La serata si conclude come riferisce l’autore delle foto, al Ristorante Isola di Caprera dove agli “affamati di cultura” si sono uniti altri soci “affamati e basta”.

 

Al termine della conviviale il Presidente si congratula, e con lui tutti i partecipanti, con Elda, per l’interessante “passeggiata” che ha consentito a molti di scoprire ed approfondire aspetti storici e archeologici della nostra Città. 

 

Grazie Elda !