a13041 GIOVANNI ANDREA ZANON e IL VIOLINO

Conviviale del 19 Settembre.

Apre la serata la Presidente salutando gli ospiti e portando a conoscenza dei Soci un fatto di cronaca occorso la sera prima in quel di Venezia: il Tesoriere del Club, Alberto Bisello, non ha esitato a buttarsi in acqua vestito di tutto punto, per salvare un turista in procinto di annegare.

Un lungo applauso ha accolto la notizia apparsa anche in un articolo del Gazzettino che riportiamo più avanti. Calmate le “acque” è iniziata la serata.

 

 

Dobbiamo ringraziare il nostro consocio ed amico Vittorio Papadia se questa serata è stata molto particolare, decisamente fuori dell’ordinario. E’ stato infatti lui che ha portato alla nostra conviviale il giovane violinista Giovanni Zanon, che si è esibito suonando per noi una serie di pezzi impegnativi  che ci hanno dato la misura del virtuosismo di cui è capace. Abbiamo potuto godere ed apprezzare la sua interpretazione del “Capriccio basco” di Sarasate, della “Meditazione” di Čajkovskij, del “Capriccio numero 5” di Paganini, ed a grande richiesta ci ha suonato come bis il “Trillo del Diavolo” di Tartini. Gli applausi calorosi e prolungati hanno manifestato l’apprezzamento e l’ammirazione di tutti i presenti, consci di trovarsi di fronte ad un artista straordinario. E la cosa più notevole è che si tratta di un artista giovanissimo, di appena 15 anni.

Per capire il suo valore non c’è niente di meglio che rifarsi al suo curriculum.

 

Giovanni Andrea Zanon è nato a Castelfranco Veneto il 16 febbraio 1998.

Per imitare la sorella maggiore all’età di due anni si è improvvisato “musico del violino”.

Iscritto al concorso “Riviera Etrusca” all’età di tre anni, risulterà poi vincitore con il primo premio assoluto per tutte le categorie. Successivamente altri 25 concorsi nazionali ed internazionali lo vedranno primo classificato; tra questi in Italia: “Valsesia Musica” di Varallo, “Nuovi orizzonti” di Arezzo, “Premio Scolca” a Rimini, “Città di Treviso”, “Città di Firenze, “Premio Vinti” del Conservatorio di Venezia, “Premio Besa” a Thiene, e “Finzi” al Benedetto Marcello di Venezia.

Nel corso della sua attività musicale ha effettuato più di 100 concerti in qualità di solista; gli ultimi in ordine di tempo al Festival Violinistico di Oettingen in Germania ed il debutto con l’Orchestra del Teatro la Fenice di Venezia. Ha ricevuto numerose menzioni e riconoscimenti fra le quali, a sei anni, quella del Presidente della Repubblica C.A.Ciampi, e recentemente della “Escuela Superior de Musica Reina Sofia” di Spagna. Ammesso nel 2002 con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Padova, sotto la guida della M° Sonig Tchakerian, risulterà il più giovane ammesso nella storia delle istituzioni musicali statali italiane. Attualmente frequenta il 10° anno presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto la guida del M° Roberto Zedda.

Il 19 settembre 2012 ha ricevuto il diploma di laurea alla finale del più importante concorso internazionale per giovani violinisti, il Wieniawski-Lipinski in Polonia, nel quale mai nessun italiano era riuscito a superare le prove eliminatorie; successivamente, in ottobre, ha vinto il “Premio Nazionale delle Arti”, indetto dal Ministero dell’Università e Ricerca Scientifica, quale miglior violinista dei Conservatori italiani.

Ha debuttato alla Carnegie Hall di New York  il 24 febbraio 2013, debutto ottenuto grazie alla vittoria del 15 gennaio al  “2013 New York International Artists Violin Competition”.

L’ultima affermazione è del 20 maggio,  con la vittoria del primo premio assoluto in uno dei più prestigiosi concorsi internazionali, quello di Novosibirsk, presso il conservatorio di stato Glinka, indetto dal Ministero della Federazione Russa;  gli è anche stato assegnato (all’unanimità della giuria)  il premio speciale per la migliore interpretazione di una composizione di un compositore russo.

Attività attuale: frequenta il primo anno del Liceo Scientifico “Giorgione” a Castelfranco Veneto.

 

Fa impressione, leggendo l’ultima riga del curriculum, accorgersi che la persona con tanti prestigiosi riconoscimenti è un ragazzo di prima liceo. Non possiamo che augurargli di proseguire nella sua carriera artistica continuando a perfezionarsi ed a ricevere i riconoscimenti che la sua bravura gli meriterà senza alcun dubbio..

 

 

 

Il nostro Club ha voluto premiarlo con un piccolo aiuto economico per aiutarlo nel dispendioso cammino di perfezionamento artistico.

                                                                                               

 

 

Testo: Fabio Sigovini