a13091 MIMPRENDO

 Mimprendo è una iniziativa che vuole avvicinare due mondi che fino a poco tempo fa hanno vissuto

abbastanza separati, quello dell’università e quello dell’industria. L’università dava ai giovani una

preparazione teorica, naturalmente necessaria, ma che da sola li lasciava impreparati all’impatto col mondo reale del lavoro. Per rimediare a questo sono stati previsti per gli studenti universitari stage presso le aziende, inseriti obbligatoriamente nel corso di studio.

Così il contatto dei giovani con il mondo del lavoro è stato anticipato, invece di rinviarlo a dopo la laurea. Ma negli stage gli studenti svolgono una attività da dipendenti, e non entrano in contatto con l’aspetto imprenditoriale che è alla base dell’attività di ogni azienda. Molti studenti arrivano alla laurea senza aver mai avvicinato un imprenditore.

Proprio per ovviare a questo è stato ideato Mimprendo.

Mimprendo è nato dalla collaborazione dell’Università di Padova con le aziende 5 anni fa, e da due

anni tra i partner che lo sostengono c’è anche il nostro RC Padova Est (unico fino ad ora tra i Rotary

Club); è  Silvano Gambato che se ne occupa per conto del Rotary, mentre la nostra Socia  Gilda Rota se ne occupa per conto dell’Università. Il progetto Mimprendo è stato così apprezzato che sta partendo

come iniziativa non più solo locale ma a  livello nazionale.

LO SCOPO DI MIMPRENDO È RISPONDERE A TRE SFIDE:

-  Culturale: iniettare cultura imprenditoriale nella formazione universitaria e capitale intellettuale nel

patrimonio aziendale.

-  Metodologica: garantire una gestione efficace e manageriale del rapporto università-impresa.

- Educativa: formare alla imprenditorialità tramite contaminazione culturale tra imprenditori e universitari.

 IL FUNZIONAMENTO DI MIMPRENDO È IL SEGUENTE:

- L’imprenditore lancia un’idea (intuizione/idea di prodotto/servizio innovativo).

- Gli studenti si candidano per svilupparla.

- L’imprenditore seleziona i migliori candidati per formare un team di sviluppo.

- Il team sviluppa la soluzione del progetto in collaborazione con l’imprenditore grazie ad incontri

periodici in azienda.

- Il team lavora in autonomia e sviluppa la soluzione coordinandosi con l’imprenditore tramite

piattaforma web.

- Il team viene supportato da coach specialistici.

- Alla fine l’azienda ottiene un prototipo/modello di soluzione.

- Il team di studenti compete per un premio.

I progetti individuati dalle aziende vengono proposti agli studenti universitari verso il mese di luglio,

ed i team hanno 6 mesi per l’elaborazione del progetto loro assegnato, durante i quali ogni 15 giorni

incontrano l’imprenditore. Al termine dei 6 mesi ciascun team presenta il progetto sviluppato.

 Il Rotary Club Padova Est assegna un premio (Premio menzione speciale Rotary Club Padova Est) al

team che ha prodotto il progetto più spendibile e praticamente realizzabile, valutando la qualità del

lavoro e tenendo conto del significato sociale del progetto. I team che sviluppano i progetti devono

essere multidisciplinari, per affrontare da punti di vista diversi i progetti ad essi affidati.

La formula di Mimprendo ha riscosso un buon apprezzamento perché porta vantaggi sia agli studenti

che alle aziende. Agli studenti fornisce oltre alla preparazione universitaria competenze diverse; vengono messi in contatto con lo spirito imprenditoriale, svolgono un lavoro reale, imparano a lavorare in team.

Alle aziende porta cultura universitaria applicata ai loro progetti aziendali.; collega le esigenze di

sviluppo delle aziende con le potenzialità intellettuali e creative degli universitari. In sostanza tende a

spostare creatività e innovazione dal campo culturale a quello dei progetti aziendali (si noti che il 75 %

delle aziende coinvolte non avevano in precedenza avuto contatti con l’università).

Per gli studenti l’esperienza Mimprendo viene inserita nel curriculum (97 %) e citata nei colloqui di lavoro (70 %). In molti casi (42 %) l’azienda ha proposto collaborazioni professionali agli studenti. A titolo di curiosità è stato calcolato che in media una consulenza esterna che dia all’azienda quello che il team dà sviluppando il progetto potrebbe valere sui 20.000 euro.

Per dare alcune cifre sull’esperienza Mimprendo, fino ad oggi abbiamo avuto 5 edizioni, con il coinvolgimento di 6 città, 9 partner; 16 atenei; sono stati sviluppati 80 progetti (dei 146 progetti candidati); hanno lavorato nei team 320 laureandi (degli 820 laureandi candidati).

Per concludere, va ribadito che l’esperienza Mimprendo non è un altro tipo di stage, è piuttosto una

attività di livello superiore, assimilabile a quella di ricercatori.