a09181 PADOVA EST-CAPODISTRIA, BINOMIO VINCENTE


PADOVA EST-CAPODISTRIA, BINOMIO VINCENTE

 

Sancito il gemellaggio tra i due Rotary Club

 

Questo matrimonio s'ha da fare. Inizia una nuova avventura per il Rotary Club Padova Est, che ad una settimana di distanza dai festeggiamenti per i primi 25 anni di vita ha ufficialmente sancito il gemellaggio con il Rotarijski Klub Koper, cittadina conosciuta nello Stivale col nome di Capodistria. Sabato 15 maggio, infatti, una cospicua rappresentanza del Club sloveno - formalmente istituito il 27 gennaio 2007 ed appartenente al Distretto 1910 - è approdata all'ombra del Santo per incontrare gli Associati di quello presieduto da Paolo Giacomin. E la pioggia non ha guastato la giornata dei Rotariani, i quali dopo una visita guidata alle bellezze artistiche di Padova si sono ritrovati al ristorante “Montegrande” di Rovolon per un riuscitissimo pranzo di benvenuto.

Un'occasione per «conoscersi meglio e cominciare così a collaborare»: parola di Paolo Giacomin, che dopo un breve saluto in lingua slovena ha svelato l'intenzione di «compiere insieme un Service (attività di aiuto sociale o culturale) in favore dei portatori di handicap, particolarmente seguiti dal Club di Capodistria». Il cui portavoce è stato Veselko Ojo, chiamato a fare le veci del presidente Jani Dernič, assente giustificato causa convegno negli States: «Siamo onorati di questo gemellaggio, che lega indissolubilmente due importanti realtà che, unendo le forze, sapranno realizzare interventi utili alle rispettive comunità. Vi aspettiamo a Koper prima della chiusura dell'anno Rotariano (in programma il 30 giugno), così da poter ricambiare il favore».

 

A chiudere il giro di interventi ci ha pensato Giancarlo Vesco, socio del Rotary Club Venezia Mestre nonché artefice di questo gemellaggio: «Sono a dir poco felice perché ci siamo ulteriormente avvicinati alla zona dell'ex Jugoslavia. Mi auguro che sia un punto di partenza per una collaborazione proficua».

La giornata si è conclusa con la firma degli attestati ufficiali e lo scambio dei regali.

Gabriele Fusar Poli

 

 

Priložnost, da "vedeti seboj bolje in

začeli sodelovati": Word od Paul Giacomin,

ki je po kratkem pozdrav v

slovenskem jeziku je razkrila načrte

za "oživiti storitev (dejavnosti socialne

pomoči ali kulturnih) za invalidne

osebe, zlasti sledi klub Koper. Na tiskovni

je bil Ojo Veselko, imenovano

vicariously predsednik Jani Dernič,

trenutno odsotnih vzrok konferenca v

članicah: "mi so počaščen, da ta tesnega

medinstitucionalnega sodelovanja,

ki veže neločljivo dveh pomembno

realnost, da pridružil sile, bo

koristno prispevkov v njihovih skupnostih.

Veselimo se Koper pred zaprtjem

vrti leto, ki je (junij 30), tako da

lahko vrnete uslugo. Zapreti turnejo

intervencij, smo mislili Giancarlo Vesco,

član vrti Club Benetke Mestre in

ustvarjalca ta pobratenja: "zelo vesel,

ker smo pristopili nadaljnje na območju

nekdanje Jugoslavije. Jaz upanje,

da obe začetni točki

plodno sodelovanje

".

Dan se je končala

s podpisom uradnih

spričeval in izmenjavo

 

 

 

 

Ta zakonske zveze sprejmejo. Začeti

novo podjetje za vrti Club Padova

EST, da takšne na teden od na

svečanosti za prvih 25 letih življenja

je uradno sankcionirano tesnega medinstitucionalnega

sodelovanja z Rotarijski

Klub Koper, znana v Boot Capodistria.

V soboto 15 lahko dejansko

bistveno zastopanje slovenskih

Club-formalno sedežem na 27. januar

2007, in ki spada v okrožju

1910 prispeli v senci svete, ki ga izpolnjujejo

družabnikov chaired z

Paul Giacomin. In dež ne so pokvaril

dan Rotarians, ki je po voden ogled

za umetniško lepoto Padova zbere v

restavraciji "Montegrande" Rovolon

za uspešno Dobrodošli kosilo.